Stampa

III puntata

. Posted in Disservizio Clienti

DISSERVIZIO CLIENTI FASTWELL
III° PUNTATA
Riepilogo puntate precedenti: Rino chiama il servizio clienti per risolvere il problema, ma ovviamente non ha risolto nulla.
 
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Fastwell, stiamo per metterla in contatto con un nostro operatore, ci scusiamo per l’attesa.”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Salve, qui è il servizio clienti Fastwell. Sono Fabiangelo, come posso esserle utile?”
“Salve, sto chiamando da un po’ per capire quando avrò la linea internet.”
“Perfetto, non si preoccupi, risolviamo tutto in un attimo. Solo posso chiederle di allontanarsi dal punto dove si trova ora? C’è un gran frastuono.”
“È che sto controllando l’acustica di una campana di bronzo, e per farlo devo trovarmi proprio di fianco.”
“Ah capisco. Può dirmi il suo nome?”
“Sì sì lo so, devo dare il nome spellato. Allora Raitre – Intuito – Nataliaestrada – Odontoiatria…-
“Aspetti, è il signor Rino Superfluo?”
“Sì sono io, già mi ha trovato?”
“Sì, solo un attimo, la metto in attesa”
 
- - - - - - - - - - -
 
“Oh Marioluca, c’è uno che fa lo spelling come un deficiente, non sarà per caso quello che rompe le palle?”
“Può essere, controllo sulla lista nera. Come si chiama?”
“Rino Superfluo.”
“Cazzo, sì che è lui, è in cima alla lista dei rompicoglioni, dopo un certo Scilipoti.”
“E che faccio, è la mia prima settimana di lavoro, questo me lo fa perdere.”
“Fa’ una cosa, gira la chiamata a chi lo ha segnalato per primo.”
“Annarebecca?”
“Perfetto, che quella sa sicuramente gestire la faccenda.”
 
- - - - - - - - - - -
 
“Signore? Signor Superfluo, mi sente? Io sento solo un gran rumore.”
“Sì la sento, è che sono al poligono di tiro a provare un ak -47. Mi dica.”
“Le passo la persona che si occupa del suo problema.”
“Ah, speriamo bene!”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Fastwell, stiamo per metterla in contatto con un nostro operatore, ci scusiamo per l’attesa.”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
 
“Salve, sono Annarebecca, come posso aiutarla?”
“Ah, Annarebecca, si ricorda di me? Sono il signor Superfluo, mi ha passato la chiamata il suo collega Fabiangelo.”
“Testadicazz… certo che mi ricordo, salve. Ancora non ha risolto il suo problemuccio?”
“Ancora no, evidentemente.”
“E sento che è sempre indaffarato, ci sono dei rumori di sottofondo simpaticamente fastidiosissimi.”
“Sì, sono proprio in cima alla cascata delle Marmotte, in provincia di Glucosio.”
“Bene, dunque se non ricordo male il problema era internet vero?”
“Esatto.”
“Ha provato ad andare sul nostro sito?”      *
“Mi prende per il culo?”                      **
“No aspetti, è il rumore di fondo che mi distrae.”
“Non credevo che fischiare con dei richiami per antilopi potesse dare fastidio. Insomma che devo fare?”
“Non posso metterla in attesa per un po’?”
“Non credo.”
“Mi sta dicendo che è ateo?”
“No, dicevo che non potrei sopportare ancora quella musica che avete quando sono in attesa. Comunque sì.”
“Allora posso metterla in attesa?”
“No, intendevo: sì, sono ateo.”
 
 
 
 
 
*  Questa cosa è stata veramente detta da una persona del servizio clienti di una simpatica azienda che inizia per “fast”, ma non possiamo dire il nome per intero perché altrimenti dobbiamo chiamare l’avvocato Ghedini per difenderci. 
**  Anche questa cosa è stata veramente detta da qualcuno, come risposta alla domanda di cui sopra.
 
Davide Rasputin
Stampa

II puntata - Il ricatto

. Posted in Disservizio Clienti

…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Fastwell, stiamo per metterla in contatto con un nostro operatore, ci scusiamo per l’attesa.”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
Dopo appena 13 minuti...
 
"Salve, qui è il servizio clienti Fastwell, sono Annarebecca, come posso esserle utile?"
"Salve, sono il signor Superfluo, avevo chiamato ieri ma c'era la Champions league e la telefonata è terminata. Volevo sapere a che punto è la mia attivazione di internet a casa, mi sarei anche un po’ rotto i coglioni, mi scusi il termine."
"Benissimo signore, questo fantasticissimo contratt-..."
"Questo fantasticissimo contratto mi ha stufato, e le assicuro che sto per cambiare operatore prima di iniziare ad usufruire del vostro fantasticissimo servizio."
"Mi può dare il suo nome cortesemente, così inserisco i suoi dati nel nostro fantasticissimo database."
"Gliel'ho detto, Superfluo, devo fare lo spelling con parole in italiano immagino..."
"Sì, gentilmente. Può allontanarsi dai rumori di sottofondo per cortesia?"
"Mi scusi ma non posso che sto dissaldando un infisso... Allora: Rinazina, Nastroazzurro, Interazionegravitazionale-..."
"Ok, lei è quello col quale ho parlato ieri, mi ricordo. Lo cerco io grazie, un attimo solo in linea."
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Fastwell, stiamo per metterla in contatto con un nostro operatore, ci scusiamo per l’attesa.”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
"Signor Superfluo, è ancora in linea?"
"Eh beh, dopo tutto questo tempo che attendo...riattaccare e ricominciare da capo sarebbe da idioti."
"Dunque, qui mi risulta che le operazioni sono in corso, manca solo poco tempo e i nostri fantasticissimi tecnici le installeranno la nostra linea."
"Mmm... Forse faccio prima a sperare che il governo Letta metta la banda larga gratuita. Ma si rende conto da quanto tempo sto aspettando? E lei mi chiede di attendere ancora?"
"Mi scusi signore ma non sento bene, c'è un rumore di sottofondo."
"Sì lo so, sono a fare un sopralluogo in un asilo nido durante il cambio pannolino. Il punto è che sto aspettando da troppo tempo, forse è ora che io intraprenda le vie legali."
"Un attimo solo..."
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Fastwell, stiamo per metterla in contatto con un nostro operatore, ci scusiamo per l’attesa.”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
"Signore?"
"Ma porc≠¥≤™€∑π©α∞µ!!!”
“Signore, per caso ha appena bestemmiato?”
“Assolutamente no, stavo citando l’incipit della canzone degli Afterhours, “1.9.9.6.”
“A me sembrava proprio una bestemmia, comunque ho analizzato i suoi dati.”
“Non mi interessa, ormai ho deciso. Agirò per vie legali!”
“Aspetti, prima di fare qualcosa di cui poi potrebbe pentirsi! Posso spiegarle? Solo che sento un terribile rumore di sottofondo.”
“Ok, ora spengo il martello pneumatico”.
“Qui mi risulta che lei è sposato, no?”
“Sì.”
“Il nome di sua moglie è Elvirabilandia?”
“Sì, dove vuole arrivare?”
“Beh, qui dai tabulati risultano sms piccanti ad una certa Mariastagna, come la mettiamo?”
“Ma sta scherzando? Questo è un ricatto per caso?”
“Assolutamente no, fa parte del nostro statuto, essendo lei un nostro cliente telefonico.”
“Non mi mette paura con queste cazzate.”
“Ma qui risulta anche la navigazione in siti porno.”
“Ma lei non può… sono tutte cazzate.”
“Proprio mentre era in attesa del nostro servizio clienti, lei ha visitato ben due volte il sito: WWW.INTERISTICHEFANNOSESSOCONMANISCALCHI.COM, vogliamo parlarne? Qui si va sul penale eh…”
“Siete dei bastardi, i vostri metodi sono criminali.”
“Siamo in Italia signore, questo non è niente… come crede che siamo arrivati ad essere lo sponsor di quella famosa squadra di serie A? Vendendo dolcetti porta a porta?”
“Intende il programma di Bruno Vespa?”
“Senta, senza girarci troppo intorno, non intraprenda vie legali perché poi la polizia postale o, peggio ancora sua moglie, potrebbero ricevere delle telefonate anonime.”
“Ma porc≠¥≤™€∑π©α∞µ!!!”
“Sempre la stessa canzone?”
“Sì.”
“Allora siamo a posto così? Attende un altro po’ i nostri tecnici?”
“Non ho molta scelta…”
“Benissimo signore, la metto un attimo in attesa per risolvere il suo problema.”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Fastwell, stiamo per metterla in contatto con un nostro operatore, ci scusiamo per l’attesa.”
 
…♪♫♪ There she goes…♪♫♪
 
“Fastwell, il servizio clienti è aperto dalle 11 alle 12.30 e dalle 17 alle 18 tutti i giorni tranne quando c’è l’Europa League, oggi c’è l’Europa League...
La invitiamo a richiamarci domani, grazie.”

Davide Rasputin
Stampa

I puntata - Disservizio clienti Fastwell

. Posted in Disservizio Clienti

di Davide Rasputin

 

…♪♫♪ There she goes…♪♫♪

 

“Fastwell, stiamo per metterla in contatto con un nostro operatore, ci scusiamo per l’attesa.”


…♪♫♪ There she goes…♪♫♪

 

Dopo otto minuti…

“Salve, qui è il servizio clienti Fastwell, sono Mariarebecca, come posso esserle utile?”

“Ah, salve, mi stavo affezionando alla canzone, ormai la so a memoria, di chi è?”

“La canzone è di Amilcara, si intitola Zumba zumba baccalà, come posso aiutarla?”

“Dunque ho stipulato un contratto con la vostra azienda per avere internet a casa, ma ancora non è arrivato nessun tecnico ad installare il tutto, vorrei sapere quando cazzo, mi scusi il termine, verrà qualcuno e SE verrà qualcuno.”

“Certamente, non si preoccupi signore, quando ha stipulato questo fantastico contratto?”

“Esattamente tre mesi e 12 giorni fa e mi sto rompendo i coglioni, scusi il termine.”

“Non si preoccupi signore, ora controllo sul database. Mi può fornire i suoi dati gentilmente?”

“Sì, Rino Superfluo.”

“Mi scusi signore, non si sente bene, ci sono dei rumori di sottofondo.”

“Sì, sto cambiando la marmitta alla macchina.”

“Mi può fare lo spelling per cortesia?”

“Cioè?”

“Cioè per esempio io mi chiamo Mariarebecca, quindi lo spelling sarebbe: Milano, Ancona, Roma, eccetera…capito?”

“Sì, penso di sì, dunque: Rovagnati, National geographic, Istituzione, Occupato. Va bene così?”

“Ehm…facciamo una cosa, mi può dare il suo codice fiscale? Ovviamente facendo lo spelling perché continuo a sentire molto rumore di sottofondo.”

“È che sto testando dei fuochi d’artificio per un mio amico che stasera festeggia i 6 anni di pensione da falso invalido. Ok glielo detto in spelling.”

“Ratatouille, Nascar, Introspezione, …”

“Mi scusi se la interrompo, potrebbe usare nomi di città come ho fatto io per lo spelling? Grazie.”

“Ah le piacciono i nomi di città? E va bene, anche se non sono molto bravo in geografia…”

“Grazie!”

“Allora dicevamo: Ratisbona, Nagasaki, Ipswich, South park, Petrokrepost,…”

“Mi scusi se la interrompo di nuovo, ma Petrokrepost dove si troverebbe?”

“Ma sta scherzando? Si trova in Russia… è situata sulla riva sinistra della Neva, proprio nel punto in cui nasce dal lago Ladoga…”

“Ah ok, era giusto per collegare. Può continuare, magari se riesce a dirmi nomi di città italiane lo preferirei”

“Ok, dunque eravamo a Petrokrepost, poi c’è la R… mi faccia pensare.”

“R? Roma, no?”

“Roma? Si può andare, anche se io avevo pensato a Roncisvalle.”

“Ok può continuare.”

“ 82, vuole che le faccio lo spelling?”

“No grazie, per i numeri va bene così.”

“Continuo allora, dopo 82 c’è la C, Catamarano, 27, Xfactor, Wl’italia, Juvemerda, mi scusi ma mi sto sforzando ad usare termini in italiano per agevolarle il lavoro.”

“Si non si preoccupi. Dunque lo trascrivo un attimo e poi glielo ripeto.”

 

…♪♫♪ There she goes…♪♫♪

 

Dopo giusto 9 minuti...

“Signore? Signore mi sente? Mi scusi ma sento dei rumori di sottofondo.”

“Sì, è che sto friggendo le panelle.”

“Ok, mi scusi l’attesa, le ripeto il codice fiscale, mi dica se è giusto.”

“Sì, vada pure, io intanto finisco quello che sto facendo, quindi se sente delle martellate è perché sto sistemando gli infissi della finestra del bagno.”

“Dunque: RNISPR82C27XWJ6Z, è giusto?”

“Sì, possiamo procedere? Quindi?”

“Sì, dunque sto entrando nel datab-…”

 

…♪♫♪ There she goes…♪♫♪

 

“Fastwell, il servizio clienti è aperto dalle 11 alle 12.30 e dalle 17 alle 18 tutti i giorni tranne quando c’è la Champions League.

Oggi c’è la Champions League...

La invitiamo a richiamarci domani, grazie.”

 

“Mavvaff…”

“Tututututu”.
 

Dai spazio
al tuo TALENTO

Partecipa al LibCrowd

Gruppo di Lettura

BookMob

Scambiamoci un libro!

La vetrina

 Party per non tornare

         

Carnevale di Venezia. La notte in cui nessuno è quello che sembra. Quindici voci. Tutti assassini. Tutte vittime.

Social